Condanna per Allianz

Una nuova sentenza, in questo caso emessa dal giudice di pace di Catania, condanna una compagnia assicuratrice, Allianz, ribadendo il fondamentale concetto di come l’obbligo di risarcimento tragga origine dalla legge e non dal contratto esistente tra le parti.

La sentenza che ha come origine l'ennesima penale ingiustamente applicata dall’Allianz, ribadisce di fatto come l’obbligo di risarcimento tragga origine dalla legge e non dal contratto esistente tra le parti, che rimane solo un presupposto legittimante. In questo caso il danneggiato, in conseguenza di un sinistro stradale, rivolgendo la richiesta di risarcimento alla propria compagnia assicurativa, si è visto decurtato l'importo per una presunta violazione delle clausole contenute nel contratto stipulato.

"Il diritto matura con l'illecito, non in virtù di un contratto"

La sentenza in questione, ristabilisce nuovamente l’equilibrio tra le parti, sancendo che il diritto del terzo danneggiato matura in conseguenza dell’illecito civile subito e non in virtù del contratto assicurativo. L’assicurazione,  agisce quale mandataria della compagnia che garantisce il responsabile civile e di conseguenza, non può giustificarsi alcuna limitazione nè trasformazione di un rapporto da extracontrattuale a contrattuale al solo scopo di inserire penali illegittime.

"Le clausole che sbilanciano i rapporti tra le parti"

Inoltre la sentenza, pone l'accento sul tema delle clausole che risultano inserite in violazione di più norme e più precisamente la clausola che vieta l’assistenza di un legale, in quanto viola sia l’art.24 della Costituzione e l’art.33 (n.2-lettera t) del D.lgs n.206/2005. Siamo quindi di fronte all'ennesimo caso di inserimento di clausole vessatorie,  inserite in polizza per limitare i diritti dell’assicurato, non solo perché sbilanciano i rapporti tra le parti ma perché costituiscono “un pregiudizio per intere categorie professionali" ad esclusivo beneficio dell’assicuratore e un illegittimo pregiudizio al diritto di difesa.

In allegato copia della sentenza originale.

Allegati:
Scarica questo file (sentenza_allianz.pdf)sentenza_allianz.pdf[ ]962 kB

Rc Auto, Risarcimento danno, Autoriparazione, Sentenze Rc Auto

Associazione Nazionale Carrozzieri ©2022 Confartigianato Imprese - C.F.80429270582 - Via Di San Giovanni In Laterano 152 00184 Roma 

Sviluppo&Design

Salva
Preferenze Cookie
Per offrirti un'esperienza di navigazione sempre migliore, questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. I cookie di terze parti potranno anche essere di profilazione. Leggi la nostra Informativa sull’uso dei cookie per saperne di più oppure vai su Personalizza per gestire le tue impostazioni. Cliccando Accetta acconsenti alla memorizzazione dei cookie sul tuo dispositivo. Cliccando su Rifiuta accetti la memorizzazione dei soli cookie necessari.
Accetta Tutti
Blocca Tutti
Privacy Policy
Antispam
strumenti per la prevenzione dello spam
Google ReCaptcha
Accetta
Blocca
Contenuti piattaforme esterne
integrazione contenuti interattivi (Maps, Youtube...)
Servizi Google
Accetta
Blocca
Interazione Social Network
strumenti per interagire con i social network
Twitter
Accetta
Blocca
Facebook
Accetta
Blocca